Viaggi nella mia vita

Sono fortunata di avere tanti viaggi, soprattutto nel mio paese –Vietnam. Non potrei dimenticare i sentimenti speciali quando ho fatto il giro nei quartieri vecchi ad Hanoi con i suoni vibranti, quando ho tracorso una magnifica notte sulla giunca nella baia di Ha Long, quando ho immerso nella natura incontaminata del delta di Mekong. E le memorie più profonde sono i viaggi volontari.

Quando ero studentessa, ho partecipato ad una campagna volontaria: permanenza di un villaggio per 2 settimane. Abbiamo avuto tante attività: insegnare inglese ai bambini, spazzare la strada ogni giorno o cimitero degli eroi caduti in guerra. I giorni estivi diventavano singificativi, abbiamo vissuto con la giovinezza, dedizione alla vita. Inoltre, gli abitanti locali hanno avuto i nuovi pensieri per proteggere l’ambiente, i bambini hanno avuto di imparare la lingua straniera. Fin’ora, mi sono laureata,  ho un lavoro ma le memorie di quelli giorni ritornano sempre nella mia mente.

Il seguente viaggio si è svolto negli ultimi giorni nel 2013, alla provincia di Ha Giang  con la distanza 320 km da Hanoi, la visita di villaggio Phien Pan. 8 ore in macchina sono un itinerario lungo, attraverso i passi serpeggianti. Dobbiamo avuto nolleggiare le cavalle per portare i materiali al villaggio (noodles, coperte, zuccheri, olio,… per le famiglie povere e zaino, penne, quaderni,… per gli allievi). Raggiungendo la destinazione, abbiamo trascorso le stradine scivolose sul pendio di montagna, i ruscelli. Abbiamo incontrato i bambini senza scarpe neanche calze sebbene il clima sono stata sotto 10 gradi. Ci hanno accompagnato alla scuola di villaggio, con solo 3 stanze, vecchie sedie, sia l’asilo sia scuola primaria. Gli abitanti sono stati contenti di ricevere i doni, cosi` hanno un capodanno più completo. L’inverno è diventato caloroso, il freddo è andato via, solo i sorrisi del sole.

P1060245

Dopo questo programma ad Ha Giang, ritorniamo alla vita quotidiana con il desidero dei viaggi volontari prossimi. E il prossimo è organizzato a villaggio di Xi Man, Ha Giang, prima di nuovo anno scolastico. La sorpresa per gli allievi è uniformi nuovi: camicia bianca, pantaloni blu con cappello di stoffa. La gioia viene negli occhi dei bambini, toccano leggermente i vestiti, discutono insieme quale camicia piu` bella. Loro cantano le canzoni di scuola per regalare a noi,  la loro voce va oltre i muri della scuola, spargendosi nella foresta. Le piccole felicita` portano ai bambini i desideri infiniti di continuare lo studio mentre le loro famiglie sono povere, le condizioni di scuola sono scarse.

 viaggi-nella-mia-vita

I miei viaggi volontari sono semplici cosi` ma ho imparato tante cose:  il modo di ascoltare, vedere e sentire la vita. Ho trovato i ritmi tranquilli della vita turbolenta, ho diventata una parte di loro, i loro sorrisi sono la mia felicità. Ricordo sempre una frase: “Non dimenticare che dare gioia dà anche gioia”.

Add a Comment

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *


− trois = 5